HI-FI Emozioni all'ascolto HI-FI Emozioni all'ascolto
Forum Audio due canali
 
FAQ :: Cerca :: Lista degli utenti :: Gruppi utenti :: Registrati
Profilo :: Messaggi Privati :: Login

Ascolto (quasi) aiend

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Forum Audio
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
hifi_disease



Registrato: 31/10/07 21:21
Messaggi: 221

MessaggioInviato: Dom Gen 16, 2011 1:00 am    Oggetto: Ascolto (quasi) aiend Rispondi citando

oggi per caso mi sono trovato nel solo negozio aiend rimasto nel posto dove vivo.

erano anni e anni che non ci passavo, forse 15 anni porca puttana. non ci andavo volentieri perchè erano un po' puzza al naso.

era anche tanto tempo che non ascoltavo qualche oggetto aiend, da un roma audio show di tanto tempo fa, poi sapete tutti com'è andata.

suonava un impianto con cd marantz di basso prezzo, integratone denon da 2500 e, tre vie da scaffale MBL con medio alti omnidirezionali, reflex frontale e woofer da un 20 cm o giù di lì su un lato, circa 12000 e. cavi monster.

mi siedo ad ascoltare, non c'è storia, il piano era inascoltabile, sembrava di vetro. interessante invece la spazialità, molto ampia, ma "strana" ormai per me. è vero che le casse sparivano assolutamente, ma il suono sembrava a volte vagare per tutta la stanza, forse perchè erano omnidirezionali.
l'immagine era effettivamente più "scolpita" rispetto ai G, gli strumenti erano più netti.

mi direte, sono cose che sappiamo già, infondo noi grundisti ce la cantiamo e ce la suoniamo tra noi.

la cosa interessante è che ero in compagnia femminile. di proposito non avevo fatto nessuna osservazione, quando lei sbotta: e dovrei spendere 16000 euri per spaccarmi le orecchie?

ho detto al proprietario, la ricostruzione spaziale è interessante, ma onestamente quello strumento sembra tutto tranne che un pianoforte. mi ha risposto che trattasi di strumento unico e particolare, yamaha a mezza coda usato da keith jarrett in colonia, che suona proprio così dal vivo. sarà.

poi mi chiede che musica ascolto. io rispondo, psichedelia e sinfonica Very Happy

così mette su un cd orchestrale. stessa storia.

la dinamica era esageratamente cattiva, faceva male ai timpani, incredibile un'arpa che sembrava suonata col martello.

ripeto al proprietario che così non andava e che poteva essere colpa dell'ampli -mi ricordava molto quel suono durissimo tipico dei vecchi jappo di gamma bassa- lui ha risposto che effettivamente l'ampli era di classe molto diversa rispetto alle casse, anche se era un ottimo affare per il prezzo. e anche il cd era di fascia economica.

tutto vero, ma secondo me in questi 15 anni l'aifai di passi avanti non ne ha fatti molti.


un saluto



disease
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
gere



Registrato: 25/10/07 21:08
Messaggi: 192
Località: pc

MessaggioInviato: Dom Gen 16, 2011 1:33 am    Oggetto: Rispondi citando

Prima di turlupinare b2b con un "impiantino" full LT, allo scrivente fu richiesto un ascolto comparato con un impianto di pari prezzo. Acconsentii accompagnando b2b ed il padre presso l'unico negozio hi-fi rimasto in piedi nella metropoli, ed ebbi il piacere di ringiovanire vent'anni! Shocked
Ma purtroppo non era, come tutti potete facilmente immaginare, il ritorno agli allori (non propriamente hi-fi...) dell'epoca, bensì il reiterare in senso peggiorativo il suono dei miei precedenti impianti.
Vi confesso che l'impianto primigenio non era affatto malvagio: Ariston Audio con Mayware f4, Micro Acoustic QDC, integrato Radford HD 250 e AR 3a. I dolori vennero successivamente con Miller e Kreisler e sopratutto Accuphase e-303 ( e qualcuno osa pontificare sui telai jap...)

Impressioni trasmesse dall'impianto hi-end: alti inascoltabili, totale assenza di tridimensionalità, fatica all'ascolto inimmaginabile, medi confusi, bassi indefiniti e per finire la ciliegina sulla torta: un bel "buco" riprodotto dall'assenza di palcoscenico tra i diffusori Rolling Eyes , povera Enja! Crying or Very sad

Certamente ascoltare l'impianto "comparato" mi riportò al 1988, nel corso di quell'anno subii le conseguenze devastanti del suono "romagnolo" e da allora non acquistai altro che dal Nostro, ad esclusione dei prodotti dai teutonici natali che tutti conosciamo.

Per quanto concerne le omnidirezionali succitate, e le omni in genere forse non tutti hanno prestato attenzione ai prototipi delle DSL.
Il Nostro utilizzò nella prima serie il mid delle B&W DM6, montato con il magnete in posizione verticale, a guisa delle OHM F, ed il tweeter DM6 sovrastante l'equipaggio. D'acchito il suono era seducente, ma la sensazione materica, tipica delle elettroniche LT, spariva completamente, oltretutto lasciando la pariglia ad una scena confusa ed assolutamente indefinita.
Ebbi la stessa sensazione quando ascoltai le MBL al TA, anzi in quell'occasione notai che anche in tale occasione, quando il messaggio riprodotto iniziava a diventare complesso, il suono si faceva confuso ed indefinito, come sopra.

Sono giunto alla conclusione che, se le elettroniche ben supportano dando origine alla magia conosciuta, non c'è bisogno di altoparlanti omnidirezionali e che anzi l'impiego di questi ultimi divenga controproducente.
Fermo restando che la volontà di ascoltare le vecchie e nuove "palle" Grundig, con un impianto ben settato, mi sfrucuglia assai.

Saluti e baci. Smile
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Forum Audio Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Forumer.it © 2015