HI-FI Emozioni all'ascolto HI-FI Emozioni all'ascolto
Forum Audio due canali
 
FAQ :: Cerca :: Lista degli utenti :: Gruppi utenti :: Registrati
Profilo :: Messaggi Privati :: Login

Bell'articolo

 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Off Topics
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
myfisite



Registrato: 29/10/07 10:04
Messaggi: 140

MessaggioInviato: Gio Set 09, 2010 10:31 am    Oggetto: Bell'articolo Rispondi citando

di Socci...

http://www.libertaepersona.org/dblog/articolo.asp?articolo=2000
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
antobit73



Registrato: 26/10/07 18:24
Messaggi: 1040

MessaggioInviato: Gio Set 09, 2010 10:41 am    Oggetto: Re: Bell'articolo Rispondi citando

myfisite ha scritto:
di Socci...

http://www.libertaepersona.org/dblog/articolo.asp?articolo=2000


grazie per averlo postato.
_________________
salut antonio
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
myfisite



Registrato: 29/10/07 10:04
Messaggi: 140

MessaggioInviato: Gio Set 09, 2010 12:53 pm    Oggetto: Rispondi citando

Il link precedente non è più funzionante. L'articolo si può comunque leggere qui:

http://www.antoniosocci.com/2010/09/mio-padre-minatore-e-napolitano/
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
Gianfranco



Registrato: 02/11/07 11:12
Messaggi: 2938
Località: Milano

MessaggioInviato: Ven Set 10, 2010 11:56 am    Oggetto: Rispondi citando

Ho sempre trovato Socci un giornalista mediocre... dopo la sua performance televisiva poi... un livoroso invasato che ci riporta quasi ai temi dell'inquisizione... un anacronismo vivente...
Se la prende con Napolitano perche' ha fatto piu' strada di suo padre... ma... neanche i bambini all'asilo...

Molto meglio questo:

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=7805&ID_sezione=&sezione=

Analisi lucida che dovrebbe far riflettere...

Ciao
Gianfranco
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
Gianfranco



Registrato: 02/11/07 11:12
Messaggi: 2938
Località: Milano

MessaggioInviato: Ven Set 10, 2010 10:41 pm    Oggetto: Rispondi citando

Per chi se lo fosse perso...

http://www.youtube.com/watch?v=7-MZ6nmArzc

Fa impressione anche vedere Capezzone pre 'illuminazione'... un autentico caso di doppia personalita'...

Ciao
Gianfranco
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
myfisite



Registrato: 29/10/07 10:04
Messaggi: 140

MessaggioInviato: Dom Set 12, 2010 11:29 am    Oggetto: Rispondi citando

In linea generale, diffido dagli "ismi" e delle formule preconfezionate per alimentare l'antagonismo sociale. Federalismo, liberismo, bipartitismo, repubblica, democrazia, liberazione, riformismo, garantismo, ecc. per me sono termini che non significano molto se non corrispondono a un modello che pone al centro l'uomo.

La storia dei secoli scorsi (è un peccato che ciò che si studi a scuola sia così "superficiale") mostra esempi di monarchie estremamente illuminate, di centri medievali dotati di previdenza sociale funzionante, di regni con strutture pubbliche (ospedali e scuole) gratuite ed efficienti.

Per quanto mi riguarda, solo quando la politica pone al centro del suo agire il bene dell'uomo allora le strutture sociali hanno la possibilità di funzionare (che sia repubblica, monarchia, signoria, bipartitismo o che altro volete è quasi indifferente).

Il panorama politico attuale (non solo in Italia) è squallido e non ci sarà nessuna possibilità di cambiamento (se non di peggiorare) finchè non si ricomincerà un discorso sull'antropologia che ne dovrebbe stare alla base. Quindi ogni discussione su federalismo, Fini, Berlusconi, ecc. mi sembra solo una gran perdita di tempo; serve solo per cadere nella trappola della divisione delle opinioni e illudere sulla possibilità di un vero cambiamento. Tutto questo IMO.

Preferisco quindi l'articolo di Socci che mostra che il re è nudo. Tra parentesi, la sua trasmissione (cos'era? Excalibur?) non è piaciuta neppure a me, non ne ho vista più di mezza puntata.

Smile
Marco
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
Carlo



Registrato: 08/12/07 12:28
Messaggi: 2947
Località: Colline dell'Isle Of Man piemontese

MessaggioInviato: Dom Set 12, 2010 2:55 pm    Oggetto: Re: Bell'articolo Rispondi citando

myfisite ha scritto:
di Socci...

http://www.libertaepersona.org/dblog/articolo.asp?articolo=2000


Analisi splendida. Grazie Marco per averla postata! Very Happy

Soprattutto l'analisi finale: "Il protagonismo politico di Napolitano si fa sempre più evidente. E arrivano anche sermoni moraleggianti e richiami da padre della Patria. Vorrei dirgli: no grazie, ce li risparmi. Abbiamo altri padri."

Speriamo solo di non ritrovarci ad aver a che fare con un altro Scalfaro sotto mentite spoglie...
_________________
Ciao Carlo
Torna in cima
Messaggio privato Invia email Profilo
Carlo



Registrato: 08/12/07 12:28
Messaggi: 2947
Località: Colline dell'Isle Of Man piemontese

MessaggioInviato: Dom Set 12, 2010 3:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

Gianfranco ha scritto:
Ho sempre trovato Socci un giornalista mediocre... dopo la sua performance televisiva poi... un livoroso invasato che ci riporta quasi ai temi dell'inquisizione... un anacronismo vivente...


E' proprio vero che quando l'uomo intelligente indica la luna l'uomo stolto gli mira il dito... Rolling Eyes

Gianfranco ha scritto:

Se la prende con Napolitano perche' ha fatto piu' strada di suo padre... ma... neanche i bambini all'asilo...

Ciao
Gianfranco

Veramente un'ottima analisi, vecchio trippone... Di un'onestà intellettuale a dir poco disarmante... Embarassed
_________________
Ciao Carlo
Torna in cima
Messaggio privato Invia email Profilo
Gianfranco



Registrato: 02/11/07 11:12
Messaggi: 2938
Località: Milano

MessaggioInviato: Dom Set 12, 2010 3:27 pm    Oggetto: Rispondi citando

myfisite ha scritto:
In linea generale, diffido dagli "ismi" e delle formule preconfezionate per alimentare l'antagonismo sociale. Federalismo, liberismo, bipartitismo, repubblica, democrazia, liberazione, riformismo, garantismo, ecc. per me sono termini che non significano molto se non corrispondono a un modello che pone al centro l'uomo.


Come non essere d'accordo? Il problema e' che un po tutte le politiche mettono al centro il profitto...

Citazione:

La storia dei secoli scorsi (è un peccato che ciò che si studi a scuola sia così "superficiale") mostra esempi di monarchie estremamente illuminate, di centri medievali dotati di previdenza sociale funzionante, di regni con strutture pubbliche (ospedali e scuole) gratuite ed efficienti.


Come non quotarti nuovamente? Ma con in testa solo il profitto personale come si puo' coniugare una politica priva di qualsiasi controllo con il bene primario che e' l'uomo? Oggi e' impossibile mettere una delega in bianco a chiunque. Ci vogliono controlli e contrappesi istituzionali per non cadere nella barbarie piu' becera di cui siamo capaci. I tempi sono cambiati...

Citazione:

Per quanto mi riguarda, solo quando la politica pone al centro del suo agire il bene dell'uomo allora le strutture sociali hanno la possibilità di funzionare (che sia repubblica, monarchia, signoria, bipartitismo o che altro volete è quasi indifferente).


Oggi e' un'utopia... domani chissa'...

Citazione:

Il panorama politico attuale (non solo in Italia) è squallido e non ci sarà nessuna possibilità di cambiamento (se non di peggiorare) finchè non si ricomincerà un discorso sull'antropologia che ne dovrebbe stare alla base. Quindi ogni discussione su federalismo, Fini, Berlusconi, ecc. mi sembra solo una gran perdita di tempo; serve solo per cadere nella trappola della divisione delle opinioni e illudere sulla possibilità di un vero cambiamento. Tutto questo IMO.


Quoto ma l'alternativa e' mettere la testa nella sabbia... mi spiace ma non ci sto. Se le cose non funzionano e' un DOVERE denunciarle e lottare per un cambiamento in meglio.
Un popolo silente e rassegnato e' il piu' grande regalo che possiamo fare ai ladri e criminali che pretendono di rappresentarci. Io questo favore NON glielo faccio.

Mi aspetterei che anche le organizzazioni morali (come dovrebbe essere la Chiesa Cattolica ad esempio) alzassero la testa e denunciassero la profonda immoralita' della politica e la degenerazione sociale che ne sta seguendo. Invece niente... qualche euro alle scuole private ecclesiastiche e tutto va bene...

Citazione:

Preferisco quindi l'articolo di Socci che mostra che il re è nudo. Tra parentesi, la sua trasmissione (cos'era? Excalibur?) non è piaciuta neppure a me, non ne ho vista più di mezza puntata.

Smile
Marco


Ti diro'... 'I' re (anche quello con le scarpette rosse di Prada) non solo sono nudi ma sono pure pornografici... non ho certo bisogno degli scritti di Socci per rendermene conto...

Ciao
Gianfranco
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
myfisite



Registrato: 29/10/07 10:04
Messaggi: 140

MessaggioInviato: Dom Set 12, 2010 11:59 pm    Oggetto: Rispondi citando

Gianfranco ha scritto:

Quoto ma l'alternativa e' mettere la testa nella sabbia... mi spiace ma non ci sto. Se le cose non funzionano e' un DOVERE denunciarle e lottare per un cambiamento in meglio.
Un popolo silente e rassegnato e' il piu' grande regalo che possiamo fare ai ladri e criminali che pretendono di rappresentarci. Io questo favore NON glielo faccio.


Qui ci sono due considerazioni da fare. Il rischio (oggi forte più che mai nella storia), pur essendo animati dalle migliori intenzioni, è quello di essere spudoratamente manipolati da terzi soggetti senza accorgersene.

L'alternativa non è mettere la testa nella sabbia: tempo fa ascoltai un'interessante conferenza sulle iniziative sociali messe in campo dalle persone di buona volontà ai tempi del "non expedit". Ogni epoca storica ha le sue possibilità di riscatto legate alla creatività e al particolare ambiente in cui nascono. Anche oggi ci sono.

Denunciare le ingiustizie è uno di questi compiti e i modi in cui farlo sono tanti e a tanti livelli. Le cose comunque non sembrano cambiare? I tempi della storia a volte sono lunghi e i risultati si vedono solo in prospettiva. L'importante è mettere il nostro mattone. Non è rassegnazione ma realismo. Non voglio ritrovarmi a fare rivoluzioni per qualcun'altro (anche qui la storia insegna che le rivoluzioni sono sempre opera e volontà di elites, mai del popolo).

Purtroppo dobbiamo anche tenere conto che in fondo la nostra è una povera italietta e non siamo neppure padroni a casa nostra. Leggevo da fonti ufficiose che le nomine di ENI, ENEL, Telecom e dei ministeri chiave devono avere il "placet" dei servizi americani. Certo, meglio gli americani che i russi della guerra fredda ma, in fondo, noi abbiamo sempre avuto spagnoli, francesi, inglesi, austriaci, tedeschi a decidere a casa nostra...
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
Gianfranco



Registrato: 02/11/07 11:12
Messaggi: 2938
Località: Milano

MessaggioInviato: Lun Set 13, 2010 10:44 am    Oggetto: Rispondi citando

myfisite ha scritto:

Qui ci sono due considerazioni da fare. Il rischio (oggi forte più che mai nella storia), pur essendo animati dalle migliori intenzioni, è quello di essere spudoratamente manipolati da terzi soggetti senza accorgersene.


Il popolo e' SEMPRE manipolato da qualcuno... ma questo non pregiudica il fatto che ci siano persone con idee piu' valide di altre... essere coscienti di questo fatto tenendo bene aperti gli occhi puo' evitare di schierarsi con la parte che meno tutela gli interessi di chi lo vota. Questo governo e' senza uno straccio di piano industriale... quanti dipendenti delle industrie lo hanno votato? Ecco... dovrebbero rendersene conto...

Citazione:

L'alternativa non è mettere la testa nella sabbia: tempo fa ascoltai un'interessante conferenza sulle iniziative sociali messe in campo dalle persone di buona volontà ai tempi del "non expedit". Ogni epoca storica ha le sue possibilità di riscatto legate alla creatività e al particolare ambiente in cui nascono. Anche oggi ci sono.


Assolutamente d'accordo, ad esempio, ho orbitato a lungo vicino a vari gruppi di volontariato e di energie e voglia di fare ce ne sono ma, allo stesso tempo, converrai con me che dopo tutte le tasse che paghiamo non si puo' delegare lo stato sociale al volontariato...
Che smettano di sperperare il denaro pubblico e facciano funzionare lo stato come si conviene ad una moderna Repubblica. Poi possono anche esserci iniziative spontanee ma SOLO a supporto e integrazione di quanto gia' esiste.

Citazione:

Denunciare le ingiustizie è uno di questi compiti e i modi in cui farlo sono tanti e a tanti livelli. Le cose comunque non sembrano cambiare? I tempi della storia a volte sono lunghi e i risultati si vedono solo in prospettiva. L'importante è mettere il nostro mattone. Non è rassegnazione ma realismo. Non voglio ritrovarmi a fare rivoluzioni per qualcun'altro (anche qui la storia insegna che le rivoluzioni sono sempre opera e volontà di elites, mai del popolo).


Non ho la pretesa di vivere 150 anni come qualcuno e quindi non mi sembra peregrina l'idea di smuovere qualcosa ORA... I ritmi sono frenetici... nel lavoro, nella tecnologia ecc... pretendere che lo sia anche la politica e' un segno dei tempi. L'alternativa e' rallentare anche tutto il resto... consumi in primis... Non posso accettare il fatto che io debba sempre correre mentre altri si 'imbradipiscono' sempre di piu'. Ci vuole agilita', velocita', snellezza... esattamente come viene chiesto ai precari...
I politici sono troppo comodi e tronfi sulle loro poltrone... il mondo cambia e loro DEVONO cambiare altrimenti sono dei dinosauri incartapecoriti.

Citazione:

Purtroppo dobbiamo anche tenere conto che in fondo la nostra è una povera italietta e non siamo neppure padroni a casa nostra. Leggevo da fonti ufficiose che le nomine di ENI, ENEL, Telecom e dei ministeri chiave devono avere il "placet" dei servizi americani. Certo, meglio gli americani che i russi della guerra fredda ma, in fondo, noi abbiamo sempre avuto spagnoli, francesi, inglesi, austriaci, tedeschi a decidere a casa nostra...


Mah... OGGI i migliori amici del governo stanno in Libia ed i Russia... non trascurerei neanche la criminalita' organizzata... probabilmente quello che dici era vero in passato... oggi non ne sarei tanto sicuro...

Ciao
Gianfranco
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
myfisite



Registrato: 29/10/07 10:04
Messaggi: 140

MessaggioInviato: Lun Set 13, 2010 4:48 pm    Oggetto: Rispondi citando

Cosa fare... Non c'è solo il volontariato. Ci sono altre forme di partecipazione e di dissenso. Manda raccomandate p.es. Diffida gli enti e gli uffici che si comportano in modo mafioso. Per una questione annosa con la rai ho addirittura fatto una segnalazione ai carabinieri. Ora ne sto preparando un'altra al garante per la privacy per un ente regionale. Se vedi qualcosa che non funziona segnalalo, comincia da quello che vedi intorno a te. Oppure trova altre forme di attivismo più adatte a te. Serve un po' di creatività ma oggi il web offre molte possibilità. Se invece ritieni che l'agone politico sia quello in cui combattere, iscriviti a un partito, partecipa ai consigli comunali; siamo in democrazia e occorre combatterli con le loro stesse armi.

Politica estera... non parliamo per un momento dell'Italia. Il giugno scorso il premier giapponese Hatoyama si è dimesso: in campagna elettorale aveva promesso di ridurre la presenza USA nella base di Okinawa (secondo la volontà della stragrande maggioranza dei nipponici). Una volta eletto si è accorto che non poteva mantenere la promessa (pur essendo primo ministro e con gli alleati di governo favorevoli!)... allora ha farfugliato due parole di scuse e si è dimesso con un crollo completo di popolarità. Tu credi che in Italia la situazione sia differente? Che potremmo chiudere Aviano se lo chiedesse il 100% degli italiani? Sai che ci sono accordi riservati tra Italia e USA risalenti al dopoguerra che non sono mai stati desecretati?

Chiesa Cattolica... mi tocca spezzare una lancia in difesa dell'operato della maggior parte della gerarchia cattolica. A me risulta che le conferenze episcopali si siano pronunciate più volte contro la malapolitica e il malgoverno. L'ultima enciclica del Papa (Caritas in veritate, 2009) parla di economia e globalizzazione (l'ho letta) e in ogni pagina si sottolinea che l'economia deve essere al servizio dell'uomo e non viceversa. Davvero non si potrebbe chiedere di più altrimenti si andrebbe a violare quel "date a Cesare quel che è di Cesare" che ha sempre portato la chiesa a condannare le implicazioni politiche troppo radicali (vedi condanna della teologia della liberazione). Insomma pare che quando la chiesa parla di certi temi, dovrebbe stare zitta, invece di altri temi non accusa abbastanza... Sono perplesso. Anche perchè nelle ultime elezioni sono giunte dai vescovi dei veti clamorosi. Nei network cattolici si è molto parlato dell'appello dei vescovi a non votare candidati in aperto contrasto con i principi non negoziabili (vita e famiglia). Si trattava di un invito esplicito a non votare la Bonino. Purtroppo, sugli stessi principi, la sinistra è ancora più intollerante della chiesa e si è dimostrata davvero ottusa. Al posto di cercare un minimo di dialogo, ha insistito a proporre la Bonino e, invece di vincere a mani basse in Lazio, ha perso contro una pinco pallina qualsiasi. Ottusi e intolleranti: quindi perdenti.

Seguo da molti anni certe cose e mi pare che ultimamente i messaggi della Chiesa siano molto "centrati", per quanto censurati dai soliti media. Inoltre va riconosciuta l'onestà alla istituzione cattolica di chiedere scusa, come ha fatto diverse volte nella sua storia, per gli errori del passato. Mi risulta invece che comunisti, scientisti, atei razionalisti non abbiano mai chiesto scusa di nulla. Venti milioni di morti nei Gulag e non ho mai sentito una parola di rinnegamento da Napolitano. La lista di firme di intellettuali contro il commissario Calabresi (ormai provato in modo documentale che non c'entrava nulla) e solo uno di questi si è scusato con il figlio. Gli altri siedono ancora tronfi alle loro cattedre. Il futuro si costruisce anche con queste cose: fuori la verità sul passato. Ustica, Bologna, Gladio, Falcone, Borsellino: fuori la verità! Finchè non c'è un passato, non si può costruire un futuro.
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Off Topics Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Forumer.it © 2015