HI-FI Emozioni all'ascolto HI-FI Emozioni all'ascolto
Forum Audio due canali
 
FAQ :: Cerca :: Lista degli utenti :: Gruppi utenti :: Registrati
Profilo :: Messaggi Privati :: Login

L'hifi (o hi-end) di Totò...
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4
 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Forum Audio
Precedente :: Successivo  
Autore Messaggio
goldring



Registrato: 06/01/08 19:39
Messaggi: 1787
Località: Venezia

MessaggioInviato: Dom Gen 16, 2011 9:37 pm    Oggetto: Rispondi citando

per quanto riguarda la saturazione del nastro nella ripresa mi è chiaro, ma ciò che non mi è chiaro è la saturazione assimmetrica che viene visualizzata sui grafici, da cosa può dipendere? c'è nei file originali? non è che in fase di produzione del cd ci sia stato l'intervento di un qualche limiter, magari messo in automatico dal sistema stesso di stampa?
_________________
Saluti

Luca
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
motxam
Site Admin


Registrato: 25/10/07 17:02
Messaggi: 2595
Località: Ravenna

MessaggioInviato: Mar Gen 18, 2011 7:45 pm    Oggetto: Rispondi citando

goldring ha scritto:
per quanto riguarda la saturazione del nastro nella ripresa mi è chiaro, ma ciò che non mi è chiaro è la saturazione assimmetrica che viene visualizzata sui grafici, da cosa può dipendere? c'è nei file originali? non è che in fase di produzione del cd ci sia stato l'intervento di un qualche limiter, magari messo in automatico dal sistema stesso di stampa?


Il riversaggio dal TS1000 è stato fatto dal proprietario dello stesso (Claudio Poponessi) mentre il riversaggio da TS945 l'ho fatto io. Nei file del 945 non ho notato alcuna saturazone asimmetrica mentre sul TS 1000 in due brani in particolare sembra che la saturazione del nastro (su quei due brani durante i picchi i vu meter arrivavano anche a +5dB...) si sia manifestata stranamente in modo asimmetrico. Anch'io di primo acchito ho pensato ad un guasto ma è pure strano che tale guasto riguardi entrambi i canali (salvo non riguardi una comune alimentazione). Non ho avuto modo di approfondire non essendo il mio il registratore, spero che Claudio indaghi a tal proposito (per semplice curiosità non per altro).
Vorrei comunque tranquillizzare tutti: tale distorsione (che si evidenzia solo sui picchi impulsivi della batteria di quei due brani) non si nota affatto all'ascolto...uno dei due brani (la terza traccia) è uno di quelli che faccio spesso ascoltare da me...non lo farei se non facesse bella figura Smile.
Vi cito inoltre un episodio che credo la dica lunga su quelle che sono le caratteristiche di questo cd.
Una parte della formazione che ha inciso questo cd (non ho ben capito se uno o due musicisti) ha preso parte alla registrazione di un cd test da parte della rivista Audio review e ascoltati entrambi i cd sui loro impianti di riproduzione a loro piaceva più il cd fatto dalla rivista (tra l'altro mi dicevano che in tale disco gli strumenti erano stati registrati contemporaneamente ma in locali separati e il riverbero aggiunto era stato ottenuto riproducendo il risultato attraverso due casse acustiche...non ho ben capito come sinceramente), poi ci siamo trovati un giorno a casa di Antonio con tastierista, chitarrista e batterista e abbiamo ascoltato sul suo sistema full CCI i due dischi. Il risultato da loro evidenziato con stupore è stato che entrambi i dischi ne guadagnavano rispetto a come erano abituati ad ascoltarli a casa loro ma il nostro in particolare subiva una sorta di metamorfosi riportando quell'ambienza naturale che li ha lasciati di stucco arrivando infine ad ammettere che il cd della rivista era di certo più pulito ma che il nostro era più naturale.

Se qualcuno ritrova il post che feci all'epoca della registrazione con le mie prime impressioni di ascolto...beh...vedrà che ho piuttosto azzeccato le previsioni su quelli che sarebbero stati i commenti e sul fatto che non ci sarebbero state le mezze misure: o lo si ama o lo si odia.
_________________
Massimo


Ultima modifica di motxam il Mar Gen 18, 2011 8:18 pm, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Messaggio privato Invia email HomePage Profilo
goldring



Registrato: 06/01/08 19:39
Messaggi: 1787
Località: Venezia

MessaggioInviato: Mar Gen 18, 2011 8:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

beh se non erro l aterza traccia è quella che abbiamo ascoltato all'ultimo meeting di ravenna giusto?
non ho sentito distorsioni di alcun genere...
_________________
Saluti

Luca
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
marioasciuti



Registrato: 26/10/07 11:59
Messaggi: 451
Località: bari

MessaggioInviato: Mer Gen 19, 2011 12:02 am    Oggetto: Rispondi citando

Il cd edito da Audio Review me lo ha gentilmente fatto avere Antonio e l'ho ascoltato con estrema attenzione.

La primissima sensazione che se ne ritrae è di una sorta di "piacevole", forse "ruffiana" morbidezza del segnale, come se fosse stato "limato" per non infastidire.

Dopo un pò che lo ascolti emergono tutti i "limiti" della manipolazione che lo rendono sicuramente adatto agli impianti HiEnd, normalmente privi di armoniche e poco trasparenti, ma inesorabilmente "finto" se ascoltato su di un impianto "vero".

Insomma inascoltabile.

Non è neanche un granchè dal punto di vista musicale.


Prendo poi atto del fatto che il mio TS 945 si è comportato bene, tuttosommato!!!??? Very Happy Very Happy

IO personalmente, del nostro cd, preferisco le tracce registrate la domenica, quelle con la presenza del sax, in particolare la 9 la 10 e la 11.
E confermo la totale assenza di distorsioni durante l'ascolto sulle tracce "incriminate"; sarebbe comunque curioso sapere il perchè di quella anomalia "elettronica".


Aldilà dei commenti e delle conclusioni raggiunte dall'altro lato della barricata, pur non potendo ignorare la garbata e sensata conclusione di Lincetto, mi sento di sostenere che il nostro CD, con tutti i suoi difetti e problemi, rappresenta una sorta di "botta" secca all'attuale sistema di produzione discografica.
Non abbiamo quindi fatto il "non plus ultra", come di la si cerca di sostenere, ma abbiamo "riscoperto" una delle tecniche che consente di registrare nel massimo rispetto dell'evento reale.
Con questo non me ne vogliano i produttori scafati, ma d'ora in poi non mi sarà facile ascoltare cd che non siano tendenti al naturale, nel senso che più volte abbiamo cercato di sottolineare in questi ultimi giorni.

Mi auguro che i produttori o i discografici leggano l'appello che implicitamente rivolgo, affinchè si avvicinino sempre di più al concetto di riproduzione fedele piuttosto che d'effetto.
_________________
mario asciuti
Torna in cima
Messaggio privato Invia email Profilo
babalula



Registrato: 26/10/07 08:25
Messaggi: 76

MessaggioInviato: Mer Gen 19, 2011 6:20 pm    Oggetto: Rispondi citando

Citazione:
pur non potendo ignorare la garbata e sensata conclusione di Lincetto


Ti aspettavi una coclusione diversa? O un giudizio diverso?
bye
Loris
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
hifi_disease



Registrato: 31/10/07 21:21
Messaggi: 221

MessaggioInviato: Ven Gen 21, 2011 5:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

babalula ha scritto:
Citazione:
pur non potendo ignorare la garbata e sensata conclusione di Lincetto


Ti aspettavi una coclusione diversa? O un giudizio diverso?
bye
Loris


finalmente l'ho ascoltato anch'io sto cd, per una mezz'ora, quindi le mie impressioni nn sono definitive. premetto che nn sono un collezionista di cd audiophile, a me interessa la musica.

pro:
- notevolissima senzazione di realtà, non tanto per l'immagine -gli esecutori appaiono un po' ammassati, ma forse erano davvero vicini- quanto per la timbrica. la quantità di armoniche è fuori dalla norma dei cd in mio possesso, e anche i migliori sembrano perdere respiro, velati da una patina di plastica, "finti", whatever it means. da questo punto di vista il ciccillo il suo lavoro lo fa eccome.

- prontezza e secchezza della batteria, davvero notevole, non so se ho altre riprese comparabili.

contro:
- tendenza della batteria a dominare su tutto, troppo potente rispetto al resto. si sente che i livelli non sono equalizzati.

- voce a sua volta in difficoltà rispetto al livello preponderante degli altri strumenti.

in generale, trovo il disco molto godibile anche artisticamente, e la cantante, ripresa a parte, canta benissimo secondo me.

insomma, alzi la mano chi di noi non aveva mai pensato "chissà cosa verrebbe fuori da un supporto ciccillo a partire dalla ripresa".

ora abbiamo un'idea. secondo me il risultato è molto interessante e i margini di miglioramento sono notevolissimi -a partire dall'uso di un VERO auditorium.

dovrebbe essere un'esperienza da ripetere e approfondire, anche tramite supporti ad alta definizione -tipo SACD, perchè ne ho comprati alcuni e... posterò le mie impressioni prossimamente. penso di averli sottovalutati.

saluti


disease


ps. scusate la franchezza, ma sta piattaforma che scompare c'ha scassat 'o cazz.
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
marioasciuti



Registrato: 26/10/07 11:59
Messaggi: 451
Località: bari

MessaggioInviato: Sab Gen 22, 2011 7:51 am    Oggetto: Rispondi citando

hifi_disease ha scritto:
babalula ha scritto:
Citazione:
pur non potendo ignorare la garbata e sensata conclusione di Lincetto


Ti aspettavi una coclusione diversa? O un giudizio diverso?
bye
Loris


finalmente l'ho ascoltato anch'io sto cd, per una mezz'ora, quindi le mie impressioni nn sono definitive. premetto che nn sono un collezionista di cd audiophile, a me interessa la musica.

pro:
- notevolissima senzazione di realtà, non tanto per l'immagine -gli esecutori appaiono un po' ammassati, ma forse erano davvero vicini- quanto per la timbrica. la quantità di armoniche è fuori dalla norma dei cd in mio possesso, e anche i migliori sembrano perdere respiro, velati da una patina di plastica, "finti", whatever it means. da questo punto di vista il ciccillo il suo lavoro lo fa eccome.

- prontezza e secchezza della batteria, davvero notevole, non so se ho altre riprese comparabili.

contro:
- tendenza della batteria a dominare su tutto, troppo potente rispetto al resto. si sente che i livelli non sono equalizzati.

- voce a sua volta in difficoltà rispetto al livello preponderante degli altri strumenti.

in generale, trovo il disco molto godibile anche artisticamente, e la cantante, ripresa a parte, canta benissimo secondo me.

insomma, alzi la mano chi di noi non aveva mai pensato "chissà cosa verrebbe fuori da un supporto ciccillo a partire dalla ripresa".

ora abbiamo un'idea. secondo me il risultato è molto interessante e i margini di miglioramento sono notevolissimi -a partire dall'uso di un VERO auditorium.

dovrebbe essere un'esperienza da ripetere e approfondire, anche tramite supporti ad alta definizione -tipo SACD, perchè ne ho comprati alcuni e... posterò le mie impressioni prossimamente. penso di averli sottovalutati.

saluti


disease


ps. scusate la franchezza, ma sta piattaforma che scompare c'ha scassat 'o cazz.


Concordo quasi del tutto con le tue impressioni.
Quello che spicca maggiormante dal nostro cd è la quantità di armoniche, più di quanto normalmente accade con i cd audiofile.

L'assenza di ogni qualsivoglia forma di edulcorazione lascia il tutto in perfetto equilibrio senza forzature o compressioni.

In effetti la batteria predomina.
Ma anche dal vivo era così.
Ricordo che il povero batterista era costretto a suonae sena "spingere" molto sulle pelli ed i piatti.
La presenza della vibrazione delle molle del rullante, sollecitate dalle vibrazioni del basso è un'altra carstterisitca delle "ripresa" che rende il cd ancor più vicino all'evento reale e non rimaneggiato.

La cantante, in effetti, soffre molto della precaria posizione a cui era costretta (sotto i microfoni con la testa rivolta verso l'alto) per mirare i microfoni ma evitare di coprirli. Cantava dando le spalle al gruppo, e questo creava anche difficoltà di comunicazione tra lei ed i musicisti.
Indossava una cuffia pioneer se 305 per restare isolata rispetto all'evento reale e per "risentirsi" in monitor senza ritardi.
la cuffia era collegata al pre xv7500.

Credo che di più non si potesse fare visti i pochi "mezzi" a disposizione recuperati tra gli oggetti miei di massimo e di Poponessi. Si è anzi fatto tanto.

Sicuramente la prossima volta, se ci sarà, e questo dipende molto dal recupero dei costi, faremo buon uso dell'esperienza acquisita.
Non sarebbe male la partecipazione di altri "sponsor" per consentire la produzione di altri lavori.
_________________
mario asciuti
Torna in cima
Messaggio privato Invia email Profilo
motxam
Site Admin


Registrato: 25/10/07 17:02
Messaggi: 2595
Località: Ravenna

MessaggioInviato: Sab Gen 22, 2011 12:18 pm    Oggetto: Rispondi citando

babalula ha scritto:
Citazione:
pur non potendo ignorare la garbata e sensata conclusione di Lincetto


Ti aspettavi una coclusione diversa? O un giudizio diverso?
bye
Loris



Uhm...direi di no...mi sembra la conclusione più ovvia e scontata.

Indipendentemente da questo comuque la ripresa a due microfoni è per me indispensabile se si vuole riprendere l'ambienza vera...al prossimo meeting ravennate (eh si...mia madre non ha ancora cambiato residenza per cui la stanzetta a pian terreno sarà anche per quest'anno disponibile) vedremo di ascoltare un paio di registrazioni "rubate" dall'amico Alessandro di Morciano comodamente seduto in sesta fila in platea utilizzando il microtrack II con gli scandalosi microfoni in dotazione...eppure il risultato (per quanto criticabile come risposta in frequenza dei microfoni) è piacevolissimo e godibilissimo.

Credo che con il ns. disco abbiamo dimostrato come sia fattibile (ben altro che impossibile...) una registrazione di un gruppo blues fatta con due microfoni, sia come livelli di registrazione dei vari strumenti, sia come riverbero ambientale ripreso (a condizione di curare l'ambiente di ripresa con adeguati trattamenti ad hoc) e sia come credibilità globale della ripresa ( a condizione NECESSARIA che il proprio sistema di riproduzione SUONI), critica invece assolutamente condivisibile (l'unica critica che condivido proveniente dal lungo topic su vhf) è quella della "non realtà" della voce così ripresa in quanto in un ascolto effettuato live in un piccolo pub anche a condizione che il gruppo non venga amplificato la voce comunque lo è sempre e quindi la "realtà" che percepiamo è quella di una voce amplificata ripresa con un microfono mentre quella che è finita sul disco è sì una voce più vera ma risulta falsa rispetto a quella amplificata che ascolteremmo nella realtà. Un'idea per cercare di ovviare all'inconveniente riprendendo comunque il resto con due microfoni me l'hanno data "grunf" e "vinsanto" (che sono passati recentemente a trovarmi): mixare la voce ripresa convenzionalmente con un microfono ma a se stante e successivamente (quindi mentre il cantante canta con il monitor della ripresa in cuffia) e mixarla convenzionalmente (ma con mixer CCI) al resto che invece rimane ripreso con due microfoni. Con tutta probabilità questo espediente ci avrebbe permesso di salvare capra e cavoli...non ci avevo pensato (anche qui l'inesperienza nell'intraprendere un ruolo per me nuovo pesa indubbiamente). Vorrà dire che se recupereremo le spese metteremo a frutto le esperienze fatte con questo cd in un'altra registrazione sempre bi-microfonica ovviamente ma questa volta magari con strumenti acustici .
_________________
Massimo
Torna in cima
Messaggio privato Invia email HomePage Profilo
goldring



Registrato: 06/01/08 19:39
Messaggi: 1787
Località: Venezia

MessaggioInviato: Sab Gen 22, 2011 2:00 pm    Oggetto: Rispondi citando

concordo sull'idea di fare una prossima registrazione con strumenti acustici, sono molto più semplici da gestire e possono dare un risultato migliore.
una idea potrebbe essere quella di beccare un quartetto d'archi e impostare con loro il lavoro, se per esempio devono prepararsi per qualche concorso o festival si può proporre di registrarli quando sono pronti per ottenere il meglio.

suggerirei anche di ponderare l'utilizzo di microfoni con una risposta in frequenza più lineare dei 333, ovviamente modificati CCI per poter quantomeno partire da una risposta in frequenza dritta.

rimane mia opinione la necessità di poter mettere in confronto nella prossima registrazione, a parità di microfoni, macchine diverse di ripresa o anche due registratori uno mod CCI e uno non CCI pari modello per poter valutare appieno l'apporto del trattamento sull'esito finale
_________________
Saluti

Luca
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
motxam
Site Admin


Registrato: 25/10/07 17:02
Messaggi: 2595
Località: Ravenna

MessaggioInviato: Sab Gen 22, 2011 2:30 pm    Oggetto: Rispondi citando

goldring ha scritto:
concordo sull'idea di fare una prossima registrazione con strumenti acustici, sono molto più semplici da gestire e possono dare un risultato migliore.
una idea potrebbe essere quella di beccare un quartetto d'archi e impostare con loro il lavoro, se per esempio devono prepararsi per qualche concorso o festival si può proporre di registrarli quando sono pronti per ottenere il meglio.

suggerirei anche di ponderare l'utilizzo di microfoni con una risposta in frequenza più lineare dei 333, ovviamente modificati CCI per poter quantomeno partire da una risposta in frequenza dritta.

rimane mia opinione la necessità di poter mettere in confronto nella prossima registrazione, a parità di microfoni, macchine diverse di ripresa o anche due registratori uno mod CCI e uno non CCI pari modello per poter valutare appieno l'apporto del trattamento sull'esito finale


Come registratore alla prossima occasione avrò il microtrack II (che ho già in casa) mentre come microfoni oltre ai grundig in casa ho questi :
http://recordinghacks.com/microphones/AKG-Acoustics/C-414-EB
come risposta in configurazione cardiode o bidirezionale non sono affatto male...tutto sta a vedere quanto possono essere modificabili CCI per farli suonare decentemente (al confronto con i Grundig 333 ci rimettono decisamente gli AKG così come sono).
Ovviamente come al solito saranno benvenuti i confronti con altri microfoni/ registratori per cercare di selezionare quanto di meglio tra le cose che abbiamo disponibili ovviamente.
_________________
Massimo
Torna in cima
Messaggio privato Invia email HomePage Profilo
hifi_disease



Registrato: 31/10/07 21:21
Messaggi: 221

MessaggioInviato: Dom Gen 23, 2011 4:28 pm    Oggetto: Rispondi citando

goldring ha scritto:
concordo sull'idea di fare una prossima registrazione con strumenti acustici, sono molto più semplici da gestire e possono dare un risultato migliore.
[...]
rimane mia opinione la necessità di poter mettere in confronto nella prossima registrazione, a parità di microfoni, macchine diverse di ripresa o anche due registratori uno mod CCI e uno non CCI pari modello per poter valutare appieno l'apporto del trattamento sull'esito finale


d'accordo sul confronto tra macchine non ciccillo, meno sugli strumenti acustici.... la sfida sarebbe fare una grande ripresa con strumenti amplificati, salvando la voce come già suggerito....
insomma, visto che ci dobbiamo prendere le pietre comunque, almeno andiamo sul difficile... Wink

buona domenica


disease
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
motxam
Site Admin


Registrato: 25/10/07 17:02
Messaggi: 2595
Località: Ravenna

MessaggioInviato: Lun Gen 24, 2011 1:09 pm    Oggetto: Rispondi citando

hifi_disease ha scritto:
goldring ha scritto:
concordo sull'idea di fare una prossima registrazione con strumenti acustici, sono molto più semplici da gestire e possono dare un risultato migliore.
[...]
rimane mia opinione la necessità di poter mettere in confronto nella prossima registrazione, a parità di microfoni, macchine diverse di ripresa o anche due registratori uno mod CCI e uno non CCI pari modello per poter valutare appieno l'apporto del trattamento sull'esito finale


d'accordo sul confronto tra macchine non ciccillo, meno sugli strumenti acustici.... la sfida sarebbe fare una grande ripresa con strumenti amplificati, salvando la voce come già suggerito....
insomma, visto che ci dobbiamo prendere le pietre comunque, almeno andiamo sul difficile... Wink

buona domenica


disease

Direi che verrebbe quasi un doppione (voce a parte) rispetto a quanto già fatto...mi ispira di più un bel pianoforte o magari violino e piano.
Per quanto riguarda le pietre non me ne preoccuperei...dalle mail di solidarietà che ho ricevuto a fronte dell'ultima "sassaiola" direi che sono tangibilmente molti coloro che pur astenendosi da polemiche discussioni non parteggiano certo per coloro che dimostrano perennemente di avere la bava alla bocca...la maggioranza delle persone giudicano e si fanno un'opinione in silenzio.
_________________
Massimo
Torna in cima
Messaggio privato Invia email HomePage Profilo
goldring



Registrato: 06/01/08 19:39
Messaggi: 1787
Località: Venezia

MessaggioInviato: Lun Gen 24, 2011 8:01 pm    Oggetto: Rispondi citando

occhio che piano e violino è drammaticamente difficile da beccare bene...
perchè non partire invece con cose più tranquille? tipo quartetto d'archi o al limite un bel piano solo che fa sempre un gran sentire?
anche per far esperienza, che male non fa
_________________
Saluti

Luca
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
grunf



Registrato: 06/06/08 15:32
Messaggi: 267

MessaggioInviato: Mar Gen 25, 2011 12:09 am    Oggetto: Rispondi citando

motxam ha scritto:
Un'idea per cercare di ovviare all'inconveniente riprendendo comunque il resto con due microfoni me l'hanno data "grunf" e "vinsanto" (che sono passati recentemente a trovarmi): mixare la voce ripresa convenzionalmente con un microfono ma a se stante e successivamente (quindi mentre il cantante canta con il monitor della ripresa in cuffia) e mixarla convenzionalmente (ma con mixer CCI) al resto che invece rimane ripreso con due microfoni. Con tutta probabilità questo espediente ci avrebbe permesso di salvare capra e cavoli...non ci avevo pensato (anche qui l'inesperienza nell'intraprendere un ruolo per me nuovo pesa indubbiamente). Vorrà dire che se recupereremo le spese metteremo a frutto le esperienze fatte con questo cd in un'altra registrazione sempre bi-microfonica ovviamente ma questa volta magari con strumenti acustici .


Vorrei comunque dire, dopo aver ascoltato il famigerato cd, che la voce mi è parsa godibile ed intrigante nella sua particolarità.

Per il prossimo cd il mio consiglio è quello di riprendere un concerto, è un buon modo per ottenere quasi sicuramente risultati artisticamente validi, e non sarebbe troppo opinabile la "fedeltà" all'evento.
Anche in questo caso prenoto la mia copia in musicassetta (l'altra volta non sono stato preso sul serio, chissà perché... Rolling Eyes )
_________________
Antonio
Torna in cima
Messaggio privato Profilo
Carlo



Registrato: 08/12/07 12:28
Messaggi: 2947
Località: Colline dell'Isle Of Man piemontese

MessaggioInviato: Mar Gen 25, 2011 8:19 am    Oggetto: Rispondi citando

goldring ha scritto:
occhio che piano e violino è drammaticamente difficile da beccare bene...
perchè non partire invece con cose più tranquille? tipo quartetto d'archi o al limite un bel piano solo che fa sempre un gran sentire?
anche per far esperienza, che male non fa


Esatto!
_________________
Ciao Carlo
Torna in cima
Messaggio privato Invia email Profilo
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Forum Audio Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4
Pagina 4 di 4

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Forumer.it © 2015